Get Adobe Flash player

La banda oggi

E oggi.......

Veniamo ora alla storia recente che vede la nostra associazione sempre più impegnata nelle varie manifestazioni musicali; attraverso il linguaggio universale della musica, essa si è impegnata in continui scambi fra i vari complessi sia regionali che nazionali ed esteri.

Dopo la rifondazione del 1998 l’attività della banda prosegue incessantemente.

Oltre alle classiche uscite legate agli avvenimenti locali civili e religiosi, è stata incrementata l'attività concertistica con l'intento di spaziare tutti i generi musicali e far conoscere al pubblico un diverso modo di vivere la banda.
Lo strumento fondamentale per garantire il nostro futuro e per migliorare la cultura musicale di chiunque lo desideri è la Scuola di Musica; essa viene costantemente potenziata affinché un numero sempre maggiore di giovani si avvicinino a questa realtà.
La Banda Musicale di Candelo S.Giacomo è iscritta all'ANBIMA (Associazione Nazionale delle Bande Italiane Musicali Autonome) e partecipa alle manifestazioni che vengono promosse  periodicamente sotto il suo patrocinio.

Nel 2002 la nostra banda partecipa al gemellaggio con la banda di Legnano e, nel settembre dello stesso anno, partecipa alla 6° Rassegna Bandistica delle 5 Terre, a Monterosso; sempre nel 2002 prende parte ai festeggiamenti per il gemellaggio di Candelo con La Roche sur Foron (Alta Savoia), partecipando, il 29 e 30 giugno, al raduno bandistico del Fauçigny che riunisce bande provenienti da tutta Europa tra cui la mitica banda della Legione Straniera.

Il legame del gemellaggio ci permette di tornare più volte in questa cittadina, la cui banda è stata ospite a Candelo in più occasioni come per i festeggiamenti del centenario della nostra associazione nel 2005.

Nel settembre del 2005 partecipiamo inoltre alla grande sfilata della festa del vino a Bernkastel-Kues sulla Mosella (Germania) insieme a oltre cento bande provenienti da tutto il mondo; torniamo in questo splendido paesino anche nel 2006 con l’onore di poter tenere il concerto di apertura della manifestazione.

Il 2007 ci vede invece impegnati nell’ambizioso progetto della realizzazione del nostro primo CD; la registrazione avviene il 27 ottobre nella chiesa di Santa Maria Maggiore e il CD viene presentato il 15 dicembre in occasione del tradizionale concerto di Natale. Sempre nel 2007 la nostra associazione torna a La Roche sur Foron, in occasione del 5° anniversario del gemellaggio tra questa cittadina e Candelo.

Il 2008 si caratterizza per essere un anno denso di eventi per la banda musicale; effettuiamo infatti due gemellaggi con altrettanti complessi bandistici: quello di Portacomaro d’Asti, in occasione della manifestazione “Ricetto in Fiore” e quello di Bresso (MI) in occasione del “Vinincontro”.

Oltre a questi gemellaggi il nostro complesso bandistico torna nuovamente in Francia, a La Roche, in occasione della festa della Saint Denise, la fiera  agricola locale; l’anno si conclude poi con un evento d’eccezione: il concerto tenutosi nella chiesa di S.Pietro a Candelo, in occasione del convegno europeo E.C.H.O, che vede la partecipazione delle delegazioni spagnola, francese, polacca e italiana. Questo concerto rappresenta una novità assoluta anche per la tipologia di brani utilizzati, poiché per la prima volta la banda è accompagnata dalle due corali candelesi di S.Pietro e S.Lorenzo, riunitesi per l’occasione. L’insieme cori e banda riscuoterà un successo tale da farci ripetere il concerto in occasione delle festività natalizie del 2008 e 2009. Si arriva così al 2009 che si apre con la partecipazione della banda alla festa di S.Antonio Abate nella splendida cornice innevata di Gressoney La Trinitè. 

L’ 1 e 2 maggio la banda torna in Europa, a La Roche, accompagnata però dalle due corali per riproporre l’ensemble nato l’anno prima, nella cattedrale della cittadina francese, dove proporremo alcune delle arie liriche più note, grazie anche alla partecipazione di cantanti lirici di fama nazionale; si arriva poi al 2 giugno dove, in occasione del concerto per la festa della Repubblica, inauguriamo la nuova sala del Cinema Verdi di Candelo con un concerto incentrato sulle musiche da film.

Chiudiamo infine l’anno con un regalo inatteso; il 12 dicembre in occasione del concerto “Aspettando il Natale” la Città di Candelo ha voluto conferire alla nostra Associazione il premio “Ricetto d’Argento” con la seguente motivazione: “per l’impegno profuso nel promuovere la cultura musicale e, attraverso la capacità di trasformarsi nel tempo, stimolare l’interesse e la partecipazione di tanti giovani”.

Il 2010 si apre con un nuovo e importante progetto per la nostra associazione: la realizzazione delle nuove divise che, dopo 20 anni, hanno sostituito quelle attuali così da consentirci di fornire anche ai molti giovani entrati negli ultimi periodi una divisa. Per la presentazione ufficiale, avvenuta il 26 Settembre in occasione della manifestazione "Vinincontro", è stato organizzato un raduno bandistico a cui hanno partecipato la "Filarmonica Cossatese" e la "Banda musicale di Zimone"; alla sera, per concludere in bellezza la giornata, abbiamo avuto come ospite la "Banda Giovanile Provinciale" con la quale abbiamo realizzato il concerto di chiusura. Un ringraziamento particolare va alla "Autotecnica Group", alla "Fondazione Cassa di Risparmio", al "Lanificio F.lli Cerruti", alla "R.D.M", al Comune di Candelo, alla Proloco e a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione delle nuove divise. 

Ma non è solo questo l’unico impegno che abbiamo affrontato; il 4 luglio siamo stati ospiti nuovamente della città di La Roche su Foron dove, in occasione della festa per l’annessione della Savoia alla Francia, abbiamo suonato insieme a 500 musici provenienti da tutta Europa; è stata questa una nuova occasione per portare anche gli ultimi giovani entrati nel nostro sodalizio a contatto con la cultura musicale europea al fine di favorire sempre più gli scambi culturali tra i giovani musicisti di tutta Europa.

Abbiamo inoltre avviato i contatti con la cittadina polacca di Starachowice (Polonia), che aveva partecipato al convegno E.C.H.O., al fine di partecipare ad un progetto promosso dall’Unione Europea per promuovere gli scambi culturali tra i giovani di tutta Europa.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie visita la nostra Cookie Policy.

Accetto i cookie presenti sul sito

EU Cookie Directive Plugin Information